...

La nuova e violenta ondata di maltempo con trombe d'aria che si è abbattuta tra l'8 e il 17 novembre sulla Sicilia ha determinato ulteriori notevoli danni al patrimonio pubblico e privato di tutte le province, con interruzione di viabilità e pubblici servizi, allagamenti, cedimenti di opere di protezione di moli e porti, isolamento di frazioni, evacuazione di numerose famiglie.













...

Acqua privata, nessun passo indietro dal Governo: il giudizio del Forum rispetto al testo di riscrittura rimane immutato, è un colpo di spugna sull'Acqua Pubblica, si accentrano i poteri e le decisioni, non si risolve ante quem il rapporto con Siciliacque, si mortifica il ruolo degli Enti locali e della partecipazione alla gestione del Bene Comune primario.




...

In seguito al passaggio del ciclone Apollo e al progressivo aggiornamento della ricognizione dei danni causati dall'eccezionale ondata di maltempo che lo scorso ottobre ha colpito la Sicilia, il governo regionale ha esteso ad altri Comuni lo stato di emergenza regionale e la richiesta dello stato di calamità nazionale già deliberati il 27 ottobre.



...

«Grazie a nome di tutti i siciliani per quello che avete fatto. Le medaglie olimpiche che avete conquistato sono il miglior viatico per promuovere lo sport a tutti i livelli. Il governo regionale vi è riconoscente ed è impegnato a fondo affinché nella nostra Isola ci siano le condizioni infrastrutturali e sociali perché sempre più cittadini pratichino attività sportive».







...

«Abbiamo dichiarato lo stato di emergenza regionale e richiesto a Roma la dichiarazione dello stato di calamità in seguito ai gravi eventi meteorologici che hanno colpito la Sicilia nel mese di ottobre e al permanente rischio per i prossimi giorni nella parte orientale dell'Isola». Lo afferma il presidente della Regione Nello Musumeci, dopo la riunione straordinaria del governo regionale tenutasi ieri al Palaregione di Catania.


...

Si è appena conclusa al Palaregione di Catania la riunione del governo regionale, convocata dal presidente Nello Musumeci in seduta straordinaria e urgente, per deliberare lo stato di emergenza regionale e chiedere al governo centrale il riconoscimento dello stato di calamità nazionale.