SEI IN > VIVERE CALTANISSETTA > CRONACA
articolo

Estorsioni e droga, colpo al clan mafioso di Campofranco: 9 arresti

2' di lettura
24

Operazione antimafia della Dda di Caltanissetta, i carabinieri hanno arrestato nove persone ritenute appartenenti a un clan mafioso con base a Campofranco.

Sono dieci le persone destinatarie dall'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Caltanissetta su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, indagate per associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Sette persone sono state condotte in carcere e due ai domiciliari, mentre un altro soggetto è irreperibile e attualmente ricercato.

L’indagine è stata avviata nell'ottobre 2022 al fine di poter monitorare i rapporti di frequentazione di Angelo Schillaci dopo la sua scarcerazione. Secondo quanto ricostruito gli indagati, la maggior parte dei quali presunti appartenenti alla famiglia mafiosa di Campofranco, si sarebbero adoperati per la riorganizzazione del sodalizio criminale, con un particolare interesse al reperimento di armi e alla costituzione di una cassa comune attraverso i proventi illeciti delle estorsioni e dello spaccio di droga. In particolare sono stati accertati quattro tentativi di estorsione ai danni di alcune ditte impegnate in lavori di rifacimento di opere pubbliche nei comuni di Campofranco e Milena e di un operatore commerciale di Campofranco, nonché tre estorsioni consumate in danno di imprenditori ed operatori commerciali.

La famiglia mafiosa di Campofranco, nota anche come clan Vaccaro per la ultraventennale riconducibilità del vertice ad appartenenti alla famiglia di sangue di Domenico e Lorenzo Vaccaro, è stata sempre al centro degli equilibri di mafiosi della provincia di Caltanissetta, anche del livello regionale per l’altissimo profilo criminale dei suoi capi, a partire proprio da Domenico Vaccaro, ultimo rappresentante provinciale della “cosa nostra nissena”, che aveva assunto un ruolo rilevante negli equilibri della mafia siciliana negli anni immediatamente successivi alla cattura del capo storico Salvatore Riina, perché individuato come sostituto del capo della “commissione provinciale”, “Piddu” Madonia.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di VivereCaltanissetta
Per iscriversi gratuitamente al canale Telegram clicca qui o cerca @viverecaltanissetta
Seguici anche sui nostri canali social, Facebook e Twitter:
Facebookwww.facebook.com/Vivere-Caltanissetta/
Twittertwitter.com/V_Caltanissetta



Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2024 alle 16:54 sul giornale del 24 maggio 2024 - 24 letture






qrcode