Braccianti agricoli sfruttati a Gela, un arresto

1' di lettura 28/02/2023 - La Guardia di Finanza di Gela ha arrestato e posto ai domiciliari il titolare di un’azienda agricola indagato per le ipotesi di reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

Secondo le indagini delle Fiamme Gialle, nell'azienda gelese venivano sfruttati 21 lavoratori, di nazionalità italiana ed extracomunitaria. Secondo quanto ricostruito l'arrestato era solito assumere braccianti agricoli da destinare alla coltivazione e alla raccolta di frutta ed ortaggi all’interno delle serre e sui campi di proprietà, sottoponendo i lavoratori a condizioni di sfruttamento ed approfittando del loro stato di bisogno.

Le vittime sono risultate persone che versavano in condizioni di grande difficoltà economica e che non avevano un’occupazione stabile, che accettavano condizioni di lavoro imposte dal titolare dell’azienda agricola, percependo paghe di gran lunga inferiori a quelle previste dai contratti collettivi. Nel corso dell’operazione, inoltre, l’azienda agricola di proprietà del responsabile, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata posta sotto controllo giudiziario.






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2023 alle 12:10 sul giornale del 01 marzo 2023 - 56 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Gela, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dUYx





logoEV
qrcode