Truffa sul bonus cultura, denunciato un commerciante di San Cataldo

1' di lettura 20/10/2022 - Sanzionati 360 beneficiari

La guardia di finanza di Caltanissetta ha scoperto un fraudolento meccanismo che avrebbe consentito ad un nota società del nisseno operante nel settore del commercio degli apparecchi elettronici l’indebito sfruttamento del "bonus cultura”. Si tratta del bonus da 500 euro destinato ai neo maggiorenni per promuovere l’acquisto di prodotti culturali come libri, biglietti per concerti e rappresentazioni teatrali, erogato attraverso la piattaforma "18app".

Secondo le indagini delle fiamme gialle, il titolare di un’attività commerciale con sede in San Cataldo avrebbe comunicato falsamente al Ministero la rivendita di libri, biglietti di spettacoli teatrali e/o ingresso al cinema, cedendo invece beni da lui commercializzati quali cellulari, videogiochi e computer, non contemplati nelle categorie ammesse al beneficio. Il commerciante è stato quindi denunciato per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative per l’illecito utilizzo del “bonus cultura” nei confronti di 360 fruitori, tutti residenti nella provincia nissena e in quelle limitrofe, per un ammontare complessivo di oltre 160.000 euro.

Al termine delle attività svolte, il Ministero della Cultura è intervenuto con l’immediata sospensione dell’accreditamento del profilo virtuale dell’esercente dal sistema “18 App” e avviato le procedure di recupero delle somme indebitamente percepite.






Questo è un articolo pubblicato il 20-10-2022 alle 12:08 sul giornale del 21 ottobre 2022 - 18 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, san cataldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dxe9





logoEV