Immigrazione clandestina, organizzavano viaggi dalla Tunisia alla Sicilia: 10 arresti

1' di lettura 06/07/2022 - Sbarchi in segreto sulle coste dell'Agrigentino e del Trapanese

Sgominata dalla guardia di finanza una organizzazione criminale transazionale, composta da cittadini italiani ed extracomunitari, dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. I finanzieri hanno arrestato tra le province di Agrigento, Trapani, Caltanissetta, Messina, Ragusa e Siena, dieci persone accusate di associazione per delinquere e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal gip del Tribunale di Palermo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo siciliano.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, il gruppo organizzava trasporti marittimi tra la Tunisia e le coste trapanesi e agrigentine di gruppi di migranti nord africani in grado di sostenere l’elevato costo del viaggio a bordo di veloci gommoni in grado di sfuggire alle ricerche delle autorità di polizia tunisina. Le indagini hanno accertato inoltre che il servizio offerto dall’organizzazione criminale non si concludeva con lo sbarco sulle coste siciliane, ma ricomprendeva anche successive forme di assistenza volte a garantire la permanenza illegale dei migranti in Italia, quali la sottrazione ai controlli delle forze di polizia, l’avvio verso le località di destinazione, il trasporto e l’accoglienza presso abitazioni sicure, fino al farli scappare dai centri di accoglienza.

In una circostanza è stato anche accertato che il principale responsabile dell’organizzazione ed alcuni suoi collaboratori hanno ospitato in provincia di Trapani e poi aiutato a fuggire in Tunisia un soggetto con collegamenti con ambienti terroristici. L'uomo, destinatario di un mandato di cattura europeo spiccato dalla magistratura tedesca perché responsabile di un tentato omicidio commesso a Lipsia nel 2020, è riuscito a sottrarsi alle ricerche delle forze dell'ordine grazie al supporto attivo del gruppo criminale.






Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2022 alle 12:49 sul giornale del 07 luglio 2022 - 105 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/deA3





logoEV