Rientro in classe, caos in Sicilia: scontro tra Regione e Comuni. Scuole chiuse a Caltanissetta

4' di lettura 12/01/2022 - Domani, giovedì 13 gennaio, si rientrerà a scuola in ordine sparso in Sicilia. Nonostante quanto deciso dal governo Musumeci, diversi sindaci dell'Isola stanno adottando ordinanze per rinviare l'apertura degli istituti scolastici per il timore del diffondersi dei contagi Covid

Mercoledì mattina il governo Musumeci ha deciso, su indicazione della task-force regionale, che gli studenti siciliani torneranno in classe in presenza da giovedì.

"Dopo un breve rinvio, ampiamente motivato da ragioni di opportunità organizzativa e sanitaria, da domani - ha dichiarato il governatore Musumeci - gli studenti siciliani rientreranno in classe. Nessuno nasconde le difficoltà operative alle quali, così come nel resto d'Italia, si potrà andare incontro anche in Sicilia, in relazione all'andamento della pandemia e alla estrema diffusività del virus che, per fortuna, si manifesta prevalentemente in forme cliniche blande o del tutto asintomatiche".

Dopo una riunione alla quale hanno partecipato oltre 200 primi cittadini, molti sindaci siciliani hanno però deciso di non seguire l'indicazione della Regione e firmare ordinanze per il rinvio del rientro a scuola.

In una nota l’Anci Sicilia fa sapere di "avere denunciato in una nota ufficiale, inviata stamattina, ai rappresentanti del Governo, la mancanza di dati certi e di avere apertamente chiesto il rinvio dell’apertura delle scuole". "Con la nota - prosegue l’Anci - abbiamo chiesto di conoscere i dati certi relativi al numero dei contagiati comune per comune, all’incidenza degli stessi su 100.000 abitanti, al tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in aree mediche insieme al numero delle persone vaccinate".

L'Anci Sicilia "chiama tutti alle proprie responsabilità e si riserva di comunicare le ulteriori decisioni che scaturiranno dall’assemblea di tutti i sindaci ancora in corso in videoconferenza. Attribuire all’Anci Sicilia posizioni diverse da quelle di una forte preoccupazione per la crescente gravità è privo di ogni fondamento".

Scuole chiuse a Catania

Le scuole resteranno chiuse a Catania, come ha annunciato il sindaco Salvo Pogliese: "Il numero elevatissimo di contagi, l'insufficienza di garanzie sulla sicurezza per studenti e docenti, hanno indotto i sindaci, al termine della riunione di ANCI Sicilia, di emanare specifiche ordinanze per mantenere CHIUSE le scuole di ogni ordine e grado. Una decisione che muove esclusivamente dalla necessità fondamentale di tutelare la salute dei ragazzi e degli operatori della scuola".

Scuole chiuse a Palermo

Anche tutte le scuole di Palermo resteranno chiuse fino a domenica 16 gennaio, secondo l'ordinanza firmata in serata dal sindaco Orlando. "L'ordinanza - ha detto Orlando - deriva dal principale obiettivo di garantire il rientro a scuola in presenza e in condizioni di adeguata sicurezza. Prendo atto delle posizioni del governo nazionale e dell'ordinanza del presidente della Regione ma alla luce della mancanza di dati certi e precisi sul numero di contagiati, vaccinati e ospedalizzati, della mancanza di mascherine Ffp2 ormai divenute obbligatorie per legge e di servizi di tracciamento ormai sempre più inadeguati, ho ritenuto necessario adottare questo provvedimento in via del tutto straordinaria e temporanea che va in un'unica direzione: la tutela della salute pubblica e dell'intera comunità scolastica. Credo sia l'unico modo per sollecitare e realizzare da parte degli altri organi competenti condizioni indispensabili volte ad evitare di aggravare una situazione già molto preoccupante".

Scuole chiuse a Trapani

Il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida ha firmato in serata l’ordinanza: le scuole resteranno chiuse fino al 21 gennaio.

Scuole chiuse a Messina

A Messina resta in vigore l'ordinanza firmata dal sindaco De Luca: niente rientro in classe, fino al 23 si va in Dad.

Scuole chiuse a Siracusa, Ragusa, Agrigento e Caltanissetta

Con altrettante ordinanze i sindaci di Agrigento, Caltanissetta, Ragusa e Siracusa hanno posticipato il rientro in classe deciso dalla Regione per giovedì 13 gennaio. Le scuole resteranno chiuse anche a Bagheria, Capaci, Gela e Acireale.

Scuole regolarmente aperte invece in 22 comuni del Trapanese: Alcamo, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Calatafimi Segesta, Campobello di Mazara, Castelvetrano, Custonaci, Erice, Favignana, Gibellina, Mazara del Vallo, Marsala, Paceco, Pantelleria, Petrosino, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, San Vito Lo Capo, Santa Ninfa, Valderice, Vita.

___________________________________________
È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, cliccando nei link della tabella sotto e iscrivendosi GRATUITAMENTE.
Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook e Twitter, per trovarli basta cliccare nei link della tabella sotto.

Città Telegram Social
Agrigento @vivereagrigento FB
Caltanissetta @viverecaltanissetta FB - Twitter
Catania @viverecatania FB - Twitter
Enna @vivereenna FB - Twitter
Messina @viveremessina FB - Twitter
Palermo @viverepalermo FB - Twitter
Ragusa @vivereragusa FB - Twitter
Siracusa @viveresiracusa FB - Twitter
Trapani @viveretrapani FB





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2022 alle 23:52 sul giornale del 13 gennaio 2022 - 110 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, redazione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cEPb