Gela: investito si vendica sparando, quattro misure cautelari

1' di lettura 06/10/2021 - Investito e colpito con una catena, si vendica sparando.

Dalle prime luci dell'alba è in corso un'operazione dei carabinieri del Reparto territoriale di Gela, in provincia di Caltanissetta: su ordine della Procura stanno eseguendo un'ordinanza di applicazione di misure cautelari personali a carico di quattro persone. Sono ritenute responsabili di tentato omicidio, porto abusivo di arma da sparo e intralcio alla giustizia. I provvedimenti eseguiti oggi arrivano a valle di una indagine della Porcura e dei carabinieri di Gela su un episodio datato 2 maggio 2021: quel giorno in via Annibal Caro fu esploso un colpo di pistola che per poco non colpì una ragazza affacciata alla finestra di casa.

Secondo i carabinieri lo sparo era maturato nell'ambito di una lite tra due famiglie legate da vincoli di parentela. Tutto era nato da una aggressione verificatasi poche ore prima: la vittima, C.B.G., che figura tra gli indagati, stava percorrendo via Bevilacqua in sella a uno scooter quando è stata travolta da un'auto di grossa cilindrata alla guida della quale si trovava D.G.C. e, una volta a terra, era stato aggredito con una catena. L'uomo, sopravvissuto all'impatto e alla violenta aggressione, avrebbe immediatamente cercato vendetta esplodendo un colpo di pistola contro la donna, sua parente.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 06-10-2021 alle 17:33 sul giornale del 07 ottobre 2021 - 113 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Gela, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cmYj





logoEV