Droga nel carcere di San Cataldo: cinque arresti, anche un agente penitenziario

1' di lettura 01/10/2021 - Un giro di droga all'interno del carcere di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, che coinvolgeva anche un agente di polizia penitenziaria finito agli arresti domiciliari.

L'operazione, denominata 'Black and White chocolate', ha portato all'esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere per un detenuto dell'istituto di pena, mentre per altri quattro indagati sono scatatti i domiciliari. In azione il Nucleo investigativo regionale della polizia penitenziaria, insieme con alcune unità del Nucleo traduzione e piantonamenti, del Prap di Palermo e del Reparto della casa di reclusione di San Cataldo, coordinati dal Nucleo investigativo centrale di Roma. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio e al commercio di droga, corruzione e utilizzo illecito di telefoni cellulari all'interno del carcere.

Il detenuto coinvolto è S.Z., che riceveva la droga e la rivendeva agli altri detenuti. Della banda avrebbe fatto parte anche un assistente capo della polizia penitenziaria, S.C.M., che dietro compenso avrebbe portato la droga all'interno del carcere. La sostanza stupefacente veniva consegnata dalla moglie e dai due figli del detenuto, tutti residenti in un comune del Palermitano, al poliziotto. "Le attività tecniche hanno consentito di acquisire ulteriori elementi di prova in ordine agli episodi corruttivi e di individuare tutti i soggetti che hanno preso parte all'attività illecita - si legge in una nota - tra cui anche altri 4 soggetti: 3 detenuti, attualmente reclusi presso l'istituto di San Cataldo e un palermitano, tutti indagati a piede libero".






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 01-10-2021 alle 12:16 sul giornale del 02 ottobre 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di cronaca, san cataldo, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cl8l





logoEV